Aggiornato il

maschere di carnevale da colorare

Creare maschere di Carnevale come attività giocosa e didattica

Realizzare delle maschere di Carnevale a scuola o a casa è un’attività divertente e rilassante. Si può in questo modo intrattenere i bambini con laboratori creativi e il Carnevale rappresenta un’occasione speciale per giocare con i colori e i materiali.

Se parliamo di lavoretti per Carnevale da proporre a bambini anche in età prescolare sarà facile trovare delle idee semplici da realizzare.

Possiamo trovare delle immagini di Carnevale da colorare o farci ispirare dalle maschere di Carnevale italiane tradizionali per far sì che i nostri piccoli siano avvolti dall’allegria di uno dei periodi più pazzi dell’anno!

I lavoretti di Carnevale per bambini sono molto colorati e appassioneranno i nostri bambini che si troveranno davanti a forme, colori, coriandoli e chi più ne ha più ne metta. Ti segnalo a tal proposito il Pagliaccio di Carnevale, un delizioso e originale lavoretto.

Maschere di Carnevale italiane tradizionali

Potrebbe essere un’idea molto carina riprendere, come prima cosa, le maschere di Carnevale italiane tradizionali  e proporre ai piccoli di colorarle grazie all’aiuto delle maestre.

  • Arlecchino
  • Pulcinella
  • Brighella
  • Capitan Fracassa
  • Colombina
  • Dottor Balanzone
  • Gianduia
  • Pantalone

Si può anche pensare di mettere insieme un po’ di didattica e l’allegria del carnevale e insegnare ai più piccoli le forme geometriche più semplici grazie a delle disegni da colorare.

Non dobbiamo mai dimenticare che questo tipo di lavoretti rendono l’atmosfera scolastica molto più intima e corale.

maschera di arlecchino

Come abbiamo già accennato è facile ricondurre, per noi italiani, il Carnevale alle maschere italiane tradizionali che, come ben sappiamo, indicano anche la tradizione di alcune regioni rispetto ad altre.

La sfacciataggine e la malinconia di Pulcinella rappresenta in pieno lo spirito dei napoletani che lo hanno assurto a simbolo di un’intera città.

La bonarietà e il pancione del Dottor Balanzone sono simbolo di Bologna e della passione per il cibo dei bolognesi.

Arlecchino, con la sua furbizia e i suoi salamelecchi è una maschera bergamasca famosa in tutto il mondo.

lavoretti di carnevale lorella flamini

L’importanza del lavoro in classe per i più piccoli

C’è sempre un gran da fare lungo il corso dell’anno scolastico con lavori e lavoretti con i bambini più piccoli ed è molto importante non dimenticare che questo tipo di lavoro in gruppo intensifichi e aiuti il piccolo a rapportarsi con la scuola.

Per molti bambini, soprattutto se piccolissimi, è difficile entrare in una classe di sconosciuti, senza i propri cari, e con delle maestre o maestri a ricoprire il ruolo di genitori teneri e autoritari al tempo stesso.

Un lavoretto condiviso o dei disegni da stampare e colorare aiutano a comprendere le regole, i turni, aiutano a fare amicizia e a vivere la classe senza paura.

Carnevale, poi, con l’allegria e i colori, rende l’atmosfera subito più divertente e magica, quindi sarà molto facile per i bambini divertirsi, appunto, con disegni e forme da ritagliare e colorare con l’aiuto dei maestri.

Da dove nasce la tradizione del Carnevale?

Non sappiamo con esattezza da cosa derivi il nome “Carnevale”. Alcuni pensano derivi dal latino “car navalis” cioè il rito di una nava consacrata portata su un carro in processione.

La tesi più accreditata, però, sembra derivare da “carnes levare”, cioè “carne, addio” che richiama la Quaresima.

Questa è una festa molto antica che si collega a riti di fecondità della terra ma sempre condita, fin dai tempi passati, di allegria, riso e allontanamento dalla morte e dal lutto.

L’origine romana della festa ci riporta a come la conosciamo: febbraio, mese in cui di solito cade il Carnevale, era il mese del passaggio dall’inverno alla primavera e anche il periodo in cui c’erano feste antichissime in onore di Marte e del dio Fauno.

Dal Medioevo in poi questa tradizione di festa prende la strada delle grandi mangiate, del divertimento esagerato e degli scherzi. Il re del Carnevale sospendeva leggi, regole e morale prima del periodo di digiuno e patimento della Quaresima.